Produzione olio. L'azienda agricola Poggio ai Santi ha piantato 8 ettari di ulivi nel suo terreno che domina il mare sui contrafforti delle colline toscane. La produzione è interamente biologica.
Olio biologico
 
Toscana
contatti Olivum Azienda agricola toscana olio extravergine d'oliva ricette olio d'oliva Shop Toscana
Produzione olio
Produzione

Le olive, dopo essere state raccolte, devono essere immediatamente portate alla frangitura, in modo da
impedire la fermentazione della polpa, fra le principali cause della bassa qualità dell’olio. Il processo di
ottenimento dell’olio si può sintetizzare in quattro fasi:

Frangitura: con il termine di frangitura (o molitura) si indica il processo di frantumazione delle olive, necessario
per rompere la polpa da cui verrà successivamente estratto l’olio. Tra i modelli di frantoi il più diffuso è il tipo a
martelli, dove organi rigidi ruotanti provocano la frangitura delle olive sbattendole contro una griglia forata cilindrica.

Gramolatura: la pasta di olive ricavata dal frantoio va sottoposta a un’ulteriore lavorazione prima di essere
pressata per estrarne l’olio. Col termine di gramolatura si indica un delicato rimescolamento, a temperatura
controllata, della pasta di olive. In tal modo si riduce il volume della pasta stessa e si rompono le emulsioni
d’acqua e olio che si sono formate durante la frangitura, favorendo la successiva estrazione dell’olio. La pasta
di olive gramolata è, assai deperibile, e va lavorata al più presto per evitare che si ossidi.

Pressatura: si arriva così all’operazione più importante, quella dell’estrazione vera e propria. Il sistema classico
più diffuso e ancor oggi più valido è l’estrazione per pressione. In sostanza, si tratta di sottoporre a pressione
la pasta gramolata, in modo da favorire la fuoriuscita dell’olio e dell’acqua di vegetazione (mosto) che si separa
così dalla parte solida (sansa).

Centrifugazione: in alcuni casi per mezzo di una centrifuga si effettua la separazione definitiva dell’acqua di
vegetazione dall’olio. Il principio di funzionamento dei separatori centrifughi è basato sul diverso peso specifico
dell’olio e dell’acqua, cosa questa che consente di ottenere facilmente un olio che dovrà essere sottoposto a un
solo travaso, prima di essere definitivamente pronto per la conservazione. L’olio chiarificato, cioè privo di morchie
e di acqua di vegetazione ma non necessariamente limpido, va conservato in recipienti opachi, al riparo dalla
luce e delle temperature eccessive.


l'olio di oliva  coltivazione bio piante etichette storia coltivazione produzione salute